Otranto

Otranto è un’ affascinante borgo medievale che si affaccia sulla costa adriatica del Salento, nel tratto più stretto di mare tra le coste italiane e quelle dell’Albania.

La volta della Cattedrale di Otranto

La volta della Cattedrale di Otranto

La costa è caratterizzata dalle numerose torri medioevali che dominano il litorale, e che sono la più evidente testimonianza della burrascosa storia di questo tratto di Salento. Otranto infatti, per la sua posizione ha sempre rappresentato un ottimo e strategico snodo portuale e di comunicazione con l’oriente, il che è stato fonte di sviluppo per la città ma anche di costanti pericoli che proprio dal mare mettevano a dura prova la vita della popolazione. Un episodio tra tutti è la terribile incursione dei turchi nel 1480 che, oltre a mettere a ferro e fuoco la città trucideranno diverse centinaia di abitanti. Da due decenni Otranto è tata per così dire “riscoperta” dall’industria turistica, ed oggi, accanto alle tradizionali attività economiche, portuali, agricole e della pesca si è affiancata la florida risorsa costituita dal turismo. Sono in molti infatti coloro che, in vacanza nel Salento si recano ad Otranto per trascorrere alcune giornate ad ammirare il bel centro storico, dal caratteristico sviluppo urbanistico a labirinto, sia le belle spiagge e scogliere che si possono ammirare sul mare.

Tra i monumenti da non mancare di visitare la Cattedrale, risalente all’anno 1000, romanica e gotica al contempo, dalla facciata sobria su cui svettano il portale barocco ed un bel rosone rinascimentale. All’interno si conserva una delle opere più suggestive ed originali del panorama artistico italiano, il mosaico pavimentale, opera di monaci basiliani realizzato intorno al finire del 1100, che copre praticamente tutto il pavimento della navata centrale della chiesa, ed è una festa di rappresentazioni dell’antico testamento, di episodi mitologici, dei bestiari medievali e di altre simbologie ad oggi ancora poco individuate nel loro profondo significato simbolico e, probabilmente, magico.

Da ammirare anche la Basilica di San Pietro, esempio di arte bizantina in Puglia e la Chiesa della Madonna degli Abissi, che presenta arredo e decorazioni del mondo marinaro.

La costa non è meno attraente per visitatori e turisti, da Porto Grande a Porto Badisco, alle spiagge incontaminate dell’Area Protetta dei Laghi Alimini, da Porto Craulo, a Conca Specchiulla e San Giorgio, è una festa per gli amanti dei bei panorami costieri e del mare.

Tra gli eventi cittadini particolarmente interessanti la processione di S. Francesco da Paterno, la cui statua in legno viene portata in processione per la città, la processione della Madonna dell’Altomare, quando i pescatori portano a spalle una statua della Madonna che viene poi imbarcate e portata al largo tra un corteo di barche, e la Festa dei Beati Martiri che il 14 agosto ricorda il martirio degli abitanti di Otranto trucidati dai turchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *