Archivi tag: grotte in Puglia

Torre Vado

La costa salentina del versante ionico è punteggiata da diverse cittadine, interessanti sia dal punto di vista storico ed artistico che per lo splendido lungomare e la moltitudine di località balneari di indubbio fascino. Una vacanza nel Salento può comprendere il litorale che va da Capo Leuca fino su a Gallipoli ed oltre a Porto Cesareo, in un alternarsi di alte scogliere ed immense spiagge, che si gettano in un mare limpido e trasparente, più volte premiato per la sua pulizia e la sua bellezza dalla organizzazioni ambientaliste ed ecologiste.

Porticciolo a Torre Vado

Porticciolo a Torre Vado

Torre Vado, la bella cittadina dominata da una delle tante torri medievali che caratterizzano questo tratto costiero, antica testimonianza di quando le coste salentine erano terra di conquista e di scorrerie dei terribili pirati saraceni e dei crudeli turchi, è tra le località in cui vale la pena fermarsi e porre la propria base per visitare il territorio salentino circostante.

La cittadina è piccola ed incantevole, vi si trova una marina suggestiva ed un moderno porticciolo dove accanto all’attività frenetica dei tanti pescatori c’è quella più spensierata di chi approda con le imbarcazioni da diporto, nonché piacevoli stabilimenti balneari nella Marina di Torre Vado. Confinante con il litorale di Torre Vado si apre una delle più estese spiagge di tutta la costa pugliese, Pescoluse, che i turisti hanno ribattezzato “Maldive del Salento”, chiaro ed evidente accenno alla stupenda bellezza di queste distese di sabbia fine e dorata che non hanno niente da invidiare alle più conosciute località tropicali.

Nell’entroterra si possono ammirare le immense distese degli uliveti e dei vigneti, i cui prodotti, l’olio extravergine di oliva ed il vino sono tra i vanti del Salento. E nell’entroterra, poco lontani da Torre Vado si trovano tutta una serie di belle cittadine interessanti, la cui storia si perde nella notte dei tempi, prima ancora dell’epoca dei greci e dei romani, come testimoniano le antiche costruzioni ancora presenti sul territorio, ed alcuni siti archeologici di forte interesse: Patù, Castrignano del Capo, Alezio, Alessano.

Verso sud da Torre Vado la scogliera si fa impervia e si alta sul mare, fino a raggiungere i promontori di Punta Meliso e di Punta Ristola, dove si apre la bianca Santa Maria di Leuca, famosa località turistica e balneare già dall’ottocento, con le sue belle insenature che fanno caplino tra gli scogli e le numerose e suggestive grotte naturali.

Vacanze in Puglia

Ogni anno agenzie turistiche e tour operator, nei loro coloratissimi depliants e nelle riviste specializzate propongono sempre nuove e lontane località dall’indubbio fascino, dove trascorrere indimenticabili vacanze. Sovente si rischia di cercare lontano qualcosa che abbiamo invece a pochi chilometri da casa.

E’ il caso delle coste e dei litorali della Puglia, il cui fascino e la cui bellezza competono alla pari con le ben più blasonate località tropicali.

Poesia delle coste pugliesi

Poesia delle coste pugliesi

Una vacanza in Puglia è l’ideale per godere di un bellissimo mare, di spiagge incontaminate e di indimenticabili attrattive sia artistiche che naturali.

Come rimanere indifferenti davanti alle magnifiche spiagge lunghe chilometri sulla costa ionica intorno a Gallipoli, a Pescoluse e, sul versante adriatico ai Laghi Alimini, e nel litorale del Promontorio del Gargano, a Peschici o a Vieste? Posti indimenticabili per chi c’è stato almeno una volta e, ancora più suggestive, le belle scogliere a picco sul mare a Santa Maria di Leuca e sul litorale nei dintorni di Otranto e di Santa Cesarea Terme.

Se amate la storia, visitare monumenti e chiese, ammirare testimonianze di epoche recenti e remote, siti archeologici, torri e castelli, in Puglia troverete tali e tante di queste attrattive che sicuramente non vi basterà una sola visita.

Castel del Monte, le belle chiese barocche di Lecce, le catacombe di Canosa, le chiese rupestri di Gravina, i resti dei templi greci e delle necropoli romane, le mura messapiche e gli antichi luoghi di culto in cui ancora oggi svettano i misteriosi dolmen.

Le alte scogliere delle coste pugliesi offrono un incredibile spettacolo nelle centinaia di grotte, nate dall’erosione della roccia carsica ad opera dei venti, del mare e delle acque impetuose dei torrenti che in Puglia scorrono anche sotterranei seguendo percorsi sconosciuti. Dalle Grotte di Castellana, con il loro lungo panorama di stalattiti e stalagmiti ed i laghetti sotterranei, la Grotta della Zinzulusa con il suo magnifico e sontuoso ingresso sul mare, le tante grotte della costa tra Peschici e Mattinata, la stupenda Grotta dei Cervi con le sue pitture rupestri vicino a Porto Badisco.

La Puglia poi è sinonimo di buona cucina, di vino forte e corposo e di piatti semplici e saporiti sui quali trionfa il prodotto vanto della Puglia, l’olio extravergine di oliva, di antiche tradizioni popolari che si esprimono nelle feste paesane, nelle processioni dedicate al santo patrono, nelle antiche danze popolari come la pizzica, nelle sagre di prodotti locali, nelle belle nottate di fuochi d’artificio, e nelle settimane sante della Pasqua.

Provate la Puglia, ne resterete soddisfatti!

 

Grotte e caverne in Puglia

Una delle caratteristiche principali della roccia carsica è la sua scarsa resistenza all’opera di erosione degli elementi, le acque del mare e dei torrenti ed il vento. In Puglia, il cui sostrato geologico è per l’appunto costituito per la maggior parte di roccia calcarea, tali fenomeni di erosione hanno realizzato nel corso dei millenni le fantastiche grotte che costellano tutto il territorio, le doline da cui sgorgano impetuosi torrenti sotterranei dal percorso sconosciuto, le gravine sulle fiancate delle profonde gole scavate dai fiumi.

Un paesaggio di incredibile fascino e suggestione, che chi si reca in vacanza in Puglia non può mancare di visitare.

Sulla costa salentina, verso Capo Leuca si aprono alcune suggestive grotte, alcune raggiungibili solo via mare che ogni anno sono visitate da migliaia di turisti: la Grotta Zinzulusa, chiamata così dalla forma tutta particolare delle sue stalattiti, che pendono dall’alto come migliaia di stracci, gli “zinzuli” come vengono chiamati nel dialetto locale e la Grotta delle Tre Porte, dal suggestivo triplice ingresso.

Grotta Zinzulusa

Grotta Zinzulusa

Verso Porto Badisco incontriamo la Grotta dei Cervi, molto famosa per via dei centinaia di dipinti rupestri che ricoprono volte e pareti, testimonianza di come il territorio pugliese fosse abitato fin dall’epoca preistorica.

Tra Peschici e Mattinata, sul promontorio del Gargano di grotte se ne contano diverse decine dai nomi singolari, “Campana”,”Rossa”, “Smeraldo”, “Del Serpente”, la maggior parte di esse sono visitabili con un’escursione in barca.

{IMU_468_60}

Grotte di Castellana, forse le più ampie e percorribili tra le grotte della Puglia,e che riservano ai visitatori un fantastico panorama di stalattiti e stalagmiti multicolori, che l’acqua ricca di sali ha scolpito nel corso dei millenni in vere e proprie sculture. E poi laghetti sotterranei dove vivono misteriose creature marine, e importanti reperti archeologici.

A Manfredonia le Grotte Scaloria, che ospitano una suggestiva testimonianza di un misterioso culto delle acque, e che purtroppo non sono visitabili dal pubblico a causa della difficoltà di percorrerle.

A Bisceglie, con l’aiuto di un attivissimo gruppo scout sono da pochi anni visitabili le suggestive Grotte di Santa Croce, in cui sono stati trovati importanti reperti del periodo neolitico.

Tra le gravine quelle più conosciute sono a Gravina di Puglia. Qui gli anfratti naturali sulle scoscese pareti della profonda gola formata dall’erosione che l’omonimo torrente ha scavato nella roccia, sono stati per secoli abitazione e rifugio per l’uomo. Interessanti le medievali chiese rupestri scavate nella roccia all’inizio dell’era cristiana.

Le spiagge di Bisceglie

Le spiagge di Bisceglie hanno conquistato all’inizio degli anni 2000 la Bandiera Blu, il premio prestigioso che si da ai litorali in vetta alla classifica di pulizia e servizi ai bagnanti. Ed ancora oggi le spiagge di Bisceglie offrono ai visitatori ed ai turisti località piacevoli dove trascorrere qualche giornata tra tuffi e bagni di sole.

La più blasonata per la presenza di stabilimenti balneari e strutture turistiche è la Spiaggia Trullo Verde, seguita dalla Spiaggia La Testa, dove invece si recano coloro che sono particolarmente propensi alla quiete ed al silenzio.

La Spiaggia Batteria è una vasta distesa di ciottoli bianchi e forse la località con il mare più spettacolare per limpidezza, comoda perchè raggiungibile a piedi dalla città. Poco oltre la Spiaggia Macello da cui, percorrendo diversi sentieri tra la macchia mediterranea si giunge ad un’altra località, Grotte di Ripalta sul cui litorale si aprono diversi anfratti naturali, molti dei quali raggiungibili solo via mare.

Castellana Grotte

Castellana Grotte si trova ad una quarantina di chilometri da Bari, nell’entroterra. E’ una delle località maggiormente conosciute da turisti e visitatori in vacanza in Puglia per via delle grotte spettacolari che si trovano nei dintorni del comune.

Un panorama sotterraneo creatosi naturalmente dall’erosione delle rocce carsiche provocata dai torrenti sotterranei, che in millenni di lavorio hanno scavato e scolpito la roccia facendole assumere fantastiche conformazioni. Sono le grotte più grandi di Italia per estensione, e percorrerle per intero, nella parte finora aperta al pubblico è un viaggio nell’entroterra che può durare anche sei ore, durante la quale si potrà ammirare di tutto, stalattiti e stalagmiti dalle incredibili forme antropomorfe o di animali, guglie e candelabri di roccia, pinnacoli di alabastro, anfratti misteriosi ed immense caverne riccamente adornate dalla fantasia della natura, laghetti sotterranei.

Un atmosfera da fiaba o racconto mitico che lascia un perenne ricordo nel cuore dei visitatori.

Le grotte di Santa Maria di Leuca

S. Maria di Leuca, una delle perle del Salento, è rinomata dai turisti non solo per l’incantevole paesino arroccato bianco di calce sull’estrema punta del tacco dello stivale italiano, ma anche per le attrazioni che offre a turisti e visitatori. Oltre a trascorrere le giornate tra le belle insenature lungo la costa, tra tuffi e nuotate in un mare cristallino e limpido, una o più giornate le si possono dedicare alla visita della bellissima serie di grotte che costellano le alte scogliere lungo il litorale.

La Grotta della Zinzulusa è forse la più famosa, raggiungibile in barca, con la sua stupenda caverna dove la roccia si è trasformata grazie all’erosione in miriadi di frastagliati pinnacoli che pendono dalla volta, dando al tutto un aspetto magico ed affascinante. E poi la splendida Grotta Ciolo, che forma una piscina naturale di una azzurro ammirevole, la Grotta delle Tre Porte, con il suo triplice ingresso, e la Grotta dei Giganti, dove sono stati ritrovati i resti di enormi animali un tempo comuni anche in Italia.

La costa di Polignano a Mare

La cittadina di Polignano a Mare offre uno spettacolo veramente da levare il fiato per chi si avvicina lungo il litorale a questa rocca dove le case del paese brillano come gioielli incastonati.

Le scogliere si alzano dalle acque fino a 20 metri di altezza, con la loro pittoresca serie di striature ed i loro riflessi bianchi ed avorio, tipici delle formazioni di roccia calcarea.

Il mare qui è un sogno, pluripremiato per la sua pulizia e la sua limpidezza si presenta con una serie di insenature che si aprono tra le pareti di roccia, delle quali forse la più spettacolare è quella che sorge proprio a ridosso del paese, una spiaggetta di sabbia dorata, le alte scogliere intorno come le quinte di un teatro, e lassù, in cima, le case del paese.

Ci sono stabilimenti balneari attrezzati in grado di soddisfare le esigenze anche del turista più assetato di comodità, e dalla cittadina si possono fare interessanti gite in escursione alla belle grotte che si aprono lungo il litorale, tra le quali, una delle più belle e famose, la Grotta Palazzese.

Marina di Novaglie

Marina di Novaglie, è molto amata soprattutto dagli estimatori delle coste rocciose, perchè questo tratto di mare vicino a Santa Maria di Leuca è caratterizzato dalle alte scogliere che si immergono dall’alto nelle acque. Tuttavia le bellissime piccole insenature permettono di trascorrere momenti indimenticabili, soprattutto per coloro che non amano troppo le spiagge affollate ed i bagni di folla.

Il mare è assolutamente spettacolare, qui, dove si confondono e si abbracciano le acque del Mar Ionio con quelle del Mare Adriatico, di un blu intenso, e per gli amanti delle immersioni subacquee Marina di Novaglie è un vero e proprio paradiso per gli stupendi fondali. Per chi poi volesse provare qualche emozione ulteriore ci sono le stupende grotte che si aprono lungo la costa, delle quali la più vicina è la Grotta Ciolo, un incanto di acque verdi ed azzurre che fanno capolino tre le arcate di roccia.

Porto Badisco

Porto Badisco si affaccia su un tratto di costa contrassegnato dalla lunga serie di alte scogliere che si gettano a capofitto nel mare, che, grazie ai fondali rocciosi qui assume fantastiche colorazioni azzurre e blu profondo.

{IMU_468_60}

Non ci sono distese di sabbia ma le piccole insenature che si aprono lungo la costa sono assolutamente da vedere sia per il panorama sia per il piacere di concedersi un tuffo in un mare da premio, a partire da quella più prossima al paese, immersa tra la macchia mediterranea ed una folta pineta.

Oltre allo splendido mare ed ai fondali da sogno per chi ama le immersioni qui si trova la Grotta dei Cervi, con le sue suggestive pitture rupestri risalenti al neolitico che illustrano scene di caccia e di vita quotidiana e numerosi animali.

Chi non potesse proprio fare a meno della spiaggia, si può recare a Conca Specchiulla oppure verso la grande insenatura con la lunghissima distesa di sabbia dominata dalla Torre S. Emiliano.

Santa Maria di Leuca

Affacciata sull’Adriatico e lo Ionio troviamo una delle perle del Salento, Santa Maria di Leuca, una preziosa cittadina compresa tra due promontori, Punta Meliso e Punta Ristola che svetta su una magnifica costa di alte scogliere tra le quali si aprono alcune meravigliose insenature.

Le grotte di Santa Maria di Leuca

Le grotte di Santa Maria di Leuca

Sulla costa si trova un faro, tra i più alti di Italia con i suoi 102 metri di altezza, e nelle giornate limpide dall’alto del faro è possibile scorgere verso oriente l’isola greca di Corfù, mentre verso occidente le coste della Calabria.

Sin dall’ottocento sulle spiaggette intorno alla cittadina si sono sviluppate diverse località balneari, conosciute e frequentate dalla ricca borghesia salentina, che eleggerà proprio Santa Maria di Leuca come rinomata meta di vacanze, e sul cui litorale costruirà delle stupende ed originali ville che ancora oggi deliziano i visitatori per la loro imponente eleganza.

Sia la linea costiera in cui si aprono alcune delle più suggestive grotte naturali del Salento, come la Grotta della Zinzulusa, la Grotta delle Tre Porte, la Grotta dei Giganti, e la splendida Grotta Ciolo, per citare quelle più famose, sia la cittadina con le sue belle attrattive architettoniche, e l’entroterra dove si estendono gli uliveti ed i vigneti di cui il Salento va orgoglioso per la preziosa produzione di olio extravergine e vino la cui prelibatezza e fama travalicano i confini regionali.

Tra le bellezze architettoniche, oltre alle ville ottocentesche, in stile art decò, moresche, neogotiche, si trovano alcuni importanti luoghi di culto, Chiesa di Cristo Re ed il Santuario, oggi chiamato Basilica de Finibus Terrae, il cui interno, ad una navata, presenta interessanti opere pittoriche, tra le quali una Madonna con il Bambino, attribuito a Jacopo Palma il Giovane, discepolo di Tiziano, ed un monolite testimonianza degli antichi culti pagani dedicati a Minerva praticati prima dell’avvento del cristianesimo. Vuole la leggenda che proprio da qui inizierà il suo percorso di evangelizzazione dell’Italia perchè proprio a Capo Leuca sarebbe sbarcato San Pietro e sui promontori della cittadina avrebbe tenuto il suo primo discorso in terra italica.

Tra gli eventi più interessanti le celebrazioni per Madonna di Santa Maria di Leuca. Tutta la popolazione si riversa in strada per seguire la processione della statua della Madonna che, dopo aver attraversato le vie del paese viene portata al largo in barca, per benedire i flutti del mare con il lancio di una corona di fiori. Alla sera tutti gli abitanti si radunano sulla costa per ammirare i fuochi d’artificio che illuminano la notte sul mare.