Archivi tag: porto badisco

Otranto

Otranto è una città indimenticabile per tutti coloro che ci sono stati, un condensato di splendido patrimonio architettonico, dal Castello alla Cattedrale, al centro storico medievale, un litorale costiero di rocce scogliere e distese di sabbia da lasciare stupefatti, panorami naturalistici come quello dei Laghi Alimini che conservano intatto il paesaggio genuino ed incontaminato dell’antico territorio pugliese.

Tutto ciò in una sola piccola cittadina, che potrebbe sicuramente diventare il centro delle vostre vacanze in Salento ed in Puglia, nonché essere una buona base di partenza per esplorare sia la costa che lo stupendo entroterra dove crescono uliveti e vigneti anch’essi con una lunga storia da raccontare alle spalle.

Indimenticabili le escursioni alle bellissime e suggestive grotte che si aprono lungo la costa come la Grotta dei Cervi vicino a Torre Badisco, i millenari resti delle antiche popolazioni primitive, con i loro dolmen e menhir ancora oggi visibili nelle campagne, e le belle tradizioni religiose, come la splendida celebrazione della Madonna dell’Altomare.

Porto Badisco

Porto Badisco si affaccia su un tratto di costa contrassegnato dalla lunga serie di alte scogliere che si gettano a capofitto nel mare, che, grazie ai fondali rocciosi qui assume fantastiche colorazioni azzurre e blu profondo.

{IMU_468_60}

Non ci sono distese di sabbia ma le piccole insenature che si aprono lungo la costa sono assolutamente da vedere sia per il panorama sia per il piacere di concedersi un tuffo in un mare da premio, a partire da quella più prossima al paese, immersa tra la macchia mediterranea ed una folta pineta.

Oltre allo splendido mare ed ai fondali da sogno per chi ama le immersioni qui si trova la Grotta dei Cervi, con le sue suggestive pitture rupestri risalenti al neolitico che illustrano scene di caccia e di vita quotidiana e numerosi animali.

Chi non potesse proprio fare a meno della spiaggia, si può recare a Conca Specchiulla oppure verso la grande insenatura con la lunghissima distesa di sabbia dominata dalla Torre S. Emiliano.

Porti e approdi in Puglia

La Puglia, con i suoi 800 chilometri di coste è sempre stata al centro delle comunicazioni con l’est europeo e l’area dei Balcani, nonché della Grecia e dell’Asia Minore. Sin dall’antichità dai porti della Puglia partivano ed approdavano navi cariche di olio e di vino, di marmi e di merci pregiate provenienti dall’oriente. E dalla Puglia partiranno in direzione della Terrasanta anche le armate dei crociati per la riconquista del Santo Sepolcro caduto in mano ai musulmani.

Il porto di Torre Vado

Il porto di Torre Vado

Vuole la leggenda che Enea, nella sua fuga verso l’Italia sia approdato proprio in Puglia, in una spiaggia vicino a Porto Badisco, e che San Pietro sia sbarcato, nel suo viaggio per evangelizzare l’Italia a Santa Maria di Leuca, dove avrebbe tenuto il primo dei suoi discorsi sul territorio italiano. Dopo la buia parentesi dell’epoca medievale, quando le coste e le città sul mare saranno facile preda delle incursioni di pirati e saraceni, la funzione di importante scalo delle città portuali della Puglia sarà in costante ascesa.

Il porto di Bari è attualmente tra i più importanti per la comunicazione con Est Europa e Grecia, ed attualmente alle sue già ampie capacità ricettive si affiancano quelle dei porti di Manfredonia, di Barletta e di Monopoli.

Anche a Brindisi il traffico portuale è notevole, e si contano diverse linee che collegano non solo la Grecia ma anche la Turchia.

Sulla costa ionica è Taranto, con il suo grande porto industriale ad essere il centro delle comunicazioni navali.

Oltre ai grandi porti commerciali e del traffico di persone e mezzi la Puglia è ricca di ampie capacità ricettive anche per quanto riguarda i porti turistici.

Negli ultimi anni sono in progetto l’ampliamento delle capacità ricettive che dovrebbero salire da 10 mila a 18 mila unità. Un importante tassello della promozione dei porti in Puglia prevede la costituzione di scali importanti per le imbarcazioni di lusso che attualmente approdano più facilmente nelle più attrezzate strutture portuali croate.

E’ perciò che località importanti come Gallipoli, Otranto, Torre Vado e Santa Maria di Leuca, per citarne solo alcune hanno ampliato in questi ultimi anni i propri porti, costruendone di nuovi accanto a quelli tradizionalmente utilizzati dai pescherecci, e si sono dotate di importanti servizi che sono indispensabili per garantire a chi approda sicurezza e comodità, dagli allacci all’elettricità ed all’acqua, alle officine per l’alaggio e le riparazioni, alla banchine dove le imbarcazioni possono restare ancorate in tutta sicurezza anche in caso di maltempo.