Archivi tag: Torre Vado

Torre Vado

La costa salentina del versante ionico è punteggiata da diverse cittadine, interessanti sia dal punto di vista storico ed artistico che per lo splendido lungomare e la moltitudine di località balneari di indubbio fascino. Una vacanza nel Salento può comprendere il litorale che va da Capo Leuca fino su a Gallipoli ed oltre a Porto Cesareo, in un alternarsi di alte scogliere ed immense spiagge, che si gettano in un mare limpido e trasparente, più volte premiato per la sua pulizia e la sua bellezza dalla organizzazioni ambientaliste ed ecologiste.

Porticciolo a Torre Vado

Porticciolo a Torre Vado

Torre Vado, la bella cittadina dominata da una delle tante torri medievali che caratterizzano questo tratto costiero, antica testimonianza di quando le coste salentine erano terra di conquista e di scorrerie dei terribili pirati saraceni e dei crudeli turchi, è tra le località in cui vale la pena fermarsi e porre la propria base per visitare il territorio salentino circostante.

La cittadina è piccola ed incantevole, vi si trova una marina suggestiva ed un moderno porticciolo dove accanto all’attività frenetica dei tanti pescatori c’è quella più spensierata di chi approda con le imbarcazioni da diporto, nonché piacevoli stabilimenti balneari nella Marina di Torre Vado. Confinante con il litorale di Torre Vado si apre una delle più estese spiagge di tutta la costa pugliese, Pescoluse, che i turisti hanno ribattezzato “Maldive del Salento”, chiaro ed evidente accenno alla stupenda bellezza di queste distese di sabbia fine e dorata che non hanno niente da invidiare alle più conosciute località tropicali.

Nell’entroterra si possono ammirare le immense distese degli uliveti e dei vigneti, i cui prodotti, l’olio extravergine di oliva ed il vino sono tra i vanti del Salento. E nell’entroterra, poco lontani da Torre Vado si trovano tutta una serie di belle cittadine interessanti, la cui storia si perde nella notte dei tempi, prima ancora dell’epoca dei greci e dei romani, come testimoniano le antiche costruzioni ancora presenti sul territorio, ed alcuni siti archeologici di forte interesse: Patù, Castrignano del Capo, Alezio, Alessano.

Verso sud da Torre Vado la scogliera si fa impervia e si alta sul mare, fino a raggiungere i promontori di Punta Meliso e di Punta Ristola, dove si apre la bianca Santa Maria di Leuca, famosa località turistica e balneare già dall’ottocento, con le sue belle insenature che fanno caplino tra gli scogli e le numerose e suggestive grotte naturali.

Le torri costiere in Puglia

La costa pugliese conserva una testimonianza molto viva e suggestiva della sua lunga storia passata, le torri costiere. Di epoca medievale o cinquecentesche, addirittura costruite fino alla fine del seicento rappresentano ancora oggi con forza con la loro presenza solitaria e silenziosa di sentinelle del mare quello che un tempo era considerato e vissuto come uno dei più terribili pericoli per le popolazioni della costa e dell’immediato entroterra, le scorrerie di pirati e saraceni provenienti dal mare.

Le torri erano costruite in modo tale da poter comunicare visivamente tra di loro, grazie a segnali luminose la notte od un sistema di messaggi con bandiere di giorno, al sopraggiungere del pericolo.

Tra le meglio conservate quelle che ancora oggi punteggiano la costa salentina, Torre Rinalda e Torre Chianca, Torre San Foca, Torre di Castro e Torre Lupo, Torre Vado e Torre Pali, per citarne solo alcune delle 90 ancora presenti lungo il litorale. Alcune in buono stato di conservazione, altre diroccate, oggi osservano con muta benevolenza i tanti bagnanti che affollano le coste.

Pescoluse

Marina di Pescoluse ha conquistato l’appellativo di “Maldive del Salento” che rende bene l’idea di quanto questo tratto di costa salentina sia uno splendore agli occhi di chi la vede per la prima volta ma anche di chi ci torna anno dopo anno perchè non riesce a rinunciare a tale bellezza,

Una distesa di sabbia dorata che si estende per diversi chilometri sul mare circondata da una costellazione di dune immacolate, sembra di essere capitati in una località tropicale, con il silenzio rotto solo dalla dolce melodia delle onde ce si posano sulla riva.

Per raggiungere Pescoluse comodamente si può fare sosta nella bella cittadina di Torre Vado, con cui confina, ed in cui si possono trovare tutta una serie di interessanti opportunità per quanto riguarda il pernottamento.

Sebbene sia per la gran parte una spiaggia libera non mancano tratti in cui gli amanti della comodità trovano stabilmenti balneari attrezzati di tutte le comodità.

Torre Vado

Torre Vado fa parte di quelle cittadine che rappresentano al meglio la rinnovata vocazione turistica e di accoglienza del territorio pugliese e salentino in particolare.

Posta a pochi chilometri da Santa Maria di Leuca, questo paese, dominato dalla torre che si affaccia sul mare, è un condensato di tutto ciò che un turista potrebbe desiderare dalla sua vacanza in Puglia.

Strutture ricettive moderne ed efficienti, una posizione territoriale che vede Torre Vado al centro delle possibili mete da raggiungere in poche decine di minuti nella zona circostante, dall’immensa spiaggia di Pescoluse verso nord, da cui si dipartono le altre incantevoli spiagge della marina di Salve, un porticciolo per le imbarcazioni da diporto e le pittoresche barche dei tanti pescatori che ancora oggi operano sui pescosi mari pugliesi, ed un entroterra che affascinerà anche i più refrattari al richiamo della natura, per la splendida testimonianza di coltivazioni, campi, muretti a secco, edifici in pietra di tradizione contadina.

Località turistiche in Puglia

La Puglia è diventata negli ultimi decenni una delle regioni più gettonate da visitatori e turisti in cerca di luoghi dove trascorrere piacevoli ed indimenticabili vacanze nel Salento. Una breve navigazione sui motori di ricerca in Internet vi può dare un’idea di massima su quante e quali siano le possibilità e le offerte disponibili, davvero per tutti i gusti e per tutte le esigenze.

Otranto vista dall'alto

Otranto vista dall

D’altronde il patrimonio storico e culturale, architettonico e naturale della Puglia è veramente immenso, e tali e tante sono le località da vedere ed ammirare che sicuramente una sola visita sarà sufficiente ad assaporarne solo alcune.

Chi cerca località balneari, belle spiagge o insenature tra gli scogli, mare pulito e limpido non ha che l’imbarazzo della scelta, sia che si rechi sulla costa ionica, dove trova Gallipoli con il suo litorale di spiagge lunghissime che si estendono intorno alla cittadina di incredibile fascino, oppure più a sud, da Torre Vado a Torre Pali, nelle lunghe spiagge ancora per gran parte incontaminate come Pescoluse. E poi ancora, Porto Cesareo con i suoi due chilometri di spiaggia, le basse scogliere di Portoselvaggio che vi si aprono improvvisamente davanti al termine della folta pineta del parco naturale.

Sul versante adriatico belle spiagge le troviamo intorno ad Otranto, una cittadina da visitare assolutamente per la preziosità del suo centro storico, e a sud a Santa Maria di Leuca, dove i turisti accorrono numerosi per il bel litorale trapuntato di incredibili anfratti e caverne naturali.

Più a nord il Promontorio del Gargano è una festa per chi ama spiagge e scogliere, da Vieste a Peschici, da Manfredonia a Mattinata a Margherita di Savoia, in un territorio che oggi fa parte di un grande parco naturale che ne garantisce la conservazione e la salvaguardia.

Chi ama storia arte e cultura si reca a Lecce, dove si possono ammirare gli eccelsi risultati del barocco nelle splendide chiese e palazzi del centro storico, oppure a Castel del Monte, maestosa costruzione dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, che svetta su una collina e di cui ancora restano indecifrabili la simmetria dell’architettura ed i profondi significati simbolici. Non si possono trascurare nemmeno le belle cittadine dell’entroterra,la cui origine risale ad epoche remote, fin dall’Età del Bronzo, quando la Puglia era abitata dalle popolazioni italiche dei Messapi e dei Dauni, ed in cui si trovano ancora tanti reperti storici e loghi di culto delle antiche civiltà, dolmen, menhir, e mura fortificate.

E poi ancora le suggestive gole che circondano Gravina di Puglia, la Foresta Umbra sul Gargano, Barletta, Ostuni, bianca di calce ed arroccata sulla roccia, Alberobello con le sue costruzioni fantastiche, i trulli, oppure Santa Maria di Leuca, la “perla del Salento”, che svetta sul mare all’estremo sud del Salento.