Archivi tag: venti della Puglia

I venti della Puglia

Una regione come la Puglia, così protesa in mezzo al Mediterraneo, bagnata dal Mare Adriatico ad est e dallo Ionio a sud-ovest, ha sempre avuto un rapporto molto stretto con i venti che soffiano sulle sue terre, che carezzano o sferzano le coste, e che battono gli altipiani brulli delle Murge e delle Serre Salentine. Venti caldi e dal profumo orientale quelli che soffiano da sud est, come lo scirocco, un vento foriero di umidità e di sabbia, talvolta molto violento e temuto dai naviganti per le sue burrascose caratteristiche. Era il vento che portava le navi cariche di merci dall’oriente, ma anche le terribili imbarcazioni dei turchi e dei saraceni che sulle coste pugliesi portavano paura, distruzione e morte.

La costa pugliese battuta dai venti

La costa pugliese battuta dai venti

Dal nord ovest, proveniente dai Balcani e da Trieste provengono invece i freddi venti del nord, il maestrale, che soffia gelido in inverno e piacevolmente rinfrescante nei caldi mesi estivi, dando sollievo alla calura delle ore più calde della giornata, quello che soffia con particolare vigore sulle spiagge dell’adriatico facendo la gioia degli amanti del windsurf a Barletta, nel golfo di Manfredonia, a San Foca ed a Torre Canne.

Era questo il vento che portava ad avventurarsi sulle coste pugliesi le imbarcazioni veneziane, che, al pari dei turchi, erano molto temute dagli abitanti delle coste e dell’entroterra. E i venti del nord, erano quelli che gonfiavano le vele delle imbarcazioni cariche di crociati, che sulle coste pugliesi, dopo la rituale benedizione dei vescovi, partivano alla volta della Terrasanta per restituire alla cristianità i territori del Santo Sepolcro caduti in mano ai musulmani.

{IMU_468_60}

Ma ci sono altri venti che soffiano sulla Puglia, e che con la loro presenza scandiscono le stagioni, l’umido libeccio, che proviene da sud ovest e che porta pioggia ed umidità; scandisce invece l’alternarsi delle giornate rigide e fredde dell’inverno, la gelida tramontana, quando il cielo si fa grigio, ed il vento porta profumi e sapori di montagne e di neve, provenienti da luoghi così distanti dall’animo dei pugliesi. Giornate miti e dolci, si succedono invece quando soffia il vento di levante, quello che proviene dalle isole greche, che porta con se gli aromi del sud, della macchia mediterranea, del mondo pastorale e contadino dei greci, che ha tante cose in comune con quello della Puglia.

Vela in Puglia

La Puglia è stata riscoperta dai turisti in tempi relativamente recenti, solo dagli anni sessanta, in concomitanza con le prime estati del boom economico, quando gli italiani in massa hanno cominciato a recarsi nelle località di mare per trascorrere qualche settimana all’insegna del riposo e del relax.

Le belle città d’arte, i lunghi litorali costieri di sabbia dorata o bianco accecante, i bei panorami godibili dall’alto delle coste sono diventati nel corso degli ultimi vent’anni la meta di appassionati vacanzieri, e la fama della Puglia come regione da visitare ha presto superato i confini nazionali, cosicchè ogni anno sono sempre di più anche gli stranieri che per qualche tempo soggiornano nelle belle località balneari della costa pugliese.

Il porto di Gallipoli

Il porto di Gallipoli

Anche per quanto riguarda gli appassionati di vela c’è stata un’impennata di interesse per questa regione. La vocazione marinara è da sempre stata presente naturalmente in Puglia, grazie anche alla conformazione geografica del territorio, così proteso nel mare ed affacciato verso il mediterraneo orientale, ma la vera e propria crescita delle attività velistiche si è avuta quando i porti pugliesi, grandi e piccoli, hanno cominciato a dotarsi delle infrastrutture necessarie per accogliere un numero sempre più grande di yacht, vele ed imbarcazioni da diporto.

Sono nati e cresciuti in maniera esponenziale anche i circoli velici, dove si è sviluppata l’attività agonistica, che ogni anno si esprime in stupende regate, a Gallipoli, a Taranto, sulla costa del Gargano, a Manfredonia.

Chi si reca in vacanza in Puglia può ormai contare anche sulla possibilità di noleggiare un charter, con o senza equipaggio, a seconda delle proprie capacità, e partire veleggiando lungo la costa, per scoprire insenature raggiungibili solo dal mare dove tuffarsi nelle acque blu è un sogno, attraccare in qualche bel porticciolo dove trascorrere la serata concedendosi una cena saporita in qualche bel ristorante locale, raggiungere spiagge di incredibile fascino dove trascorrere la giornata all’insegna del relax e del piacere.

Tra le mete più gettonate sicuramente Gallipoli, Portoselvaggio, poi Torre Vado e Santa Maria di Leuca sulla costa salentina sullo Ionio, Castro e Porto Badisco sulla costa adriatica, Bari, Brindisi e su fino al Gargano, dove si può attraversare l’Adriatico per raggiungere le splendide Isole Tremiti.

Una breve ricerca su Internet vi farà scoprire escursioni decisamente interessanti, una per tutte la traversata dalla Puglia alle coste greche fino a raggiungere Corfù, o a nord gli stupendi arcipelaghi della Croazia.